Scrivere per il web: cosa sta cambiando per Google

La scrittura per il web è una disciplina del tutto particolare, quasi un mondo a sè nel vasto panorama della scrittura inteso in senso lato, quindi anche in ambito editoriale. Nel tempo sono state varie le definizioni, ciascuna legata ad un singolo concetto ben preciso, che si sono susseguite: c’è chi parla di Web Writing, chi di Seo Copywriting, chi si sente a ragione un Web Content Manager e chi più ne ha più ne metta.
Al di là delle definizioni, che spesso e volentieri lasciano il tempo che trovano, ciò che conta è comprendere questa disciplina e soprattutto stare al passo con i tempi. Scrivere per il web significa produrre contenuti di un certo tipo che non si perdano nel panorama sostanzialmente smisurato che è oggi la rete. In sintesi, scrivere testi che vadano a posizionarsi al meglio sui motori di ricerca raggiungendo così un pubblico il più possibile ampio. E per farlo sono tante le soluzioni che si possono adottare.

Come scrivere testi efficaci per la rete?

La domanda è di quelle che possono considerarsi da 1 milione di dollari: in che modo scrivere contenuti efficaci per il web che si posizionino suo motori di ricerca? E come tutte le domande di questo genere non esiste una risposta univoca e certa. Indubbiamente in rete si sono diffuse, nel tempo, tecniche di scritture per cercare di essere efficaci e produrre risultati; un po’ quello che accade nel copy per intenderci.
Pensiamo quindi al copywriting, da sempre esistito ma oggi trasposto al web; o al più innovativo e certamente interessante storytelling, ovvero scrivere raccontando storie (per approfondire), una tipologia di scrittura molto richiesta oggi sul web. C’è un vero e proprio mondo da scoperchiare e nel quale lanciarsi se si vuole provare a sopravvivere scrivendo per la rete. Ma, come dicevamo prima, se si lavora con la scrittura più in ottica Seo è fondamentale seguire cambiamenti ed evoluzioni di Google; che non sono tantissimi ma neanche così rari.

Scrittura e Seo: il Web Writing secondo Google

Tutto è iniziato con Google Panda, un algoritmo lanciato da Google nel 2011 per andare a premiare i contenuti di qualità in rete, quelli scritti meglio, originali, con il reale intento di fornire un servizio al lettore. Di pari passo ovviamente si è andati a penalizzare tutti i siti che offrivano contenuti copiati, di scarsa qualità e scritti solo con intento pubblicitario, ovvero per attirare qualche click da monetizzare poi tramite i banner.
L’ultimo stravolgimento di Google in riferimento ai contenuti di testo è piuttosto recente ed è stato indicato con un nome che di primo impatto potrebbe deviare l’attenzione: EAT. Cosa si intende con la sigla EAT per la scrittura dei contenuti? Un semplice acronimo che sta per Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness, ovvero competenza, autorevolezza ed affidabilità. Queste le caratteristiche che un buon contenuto di testo deve avere per essere gradito a Google.
Spiegare ora come scrivere contenuti in quest’ottica sarebbe alquanto complesso e lungo (sempre sul mio blog ho redatto una guida esplicativa); ciò che conta è iniziare a comprendere che se si vuole lavorare con la scrittura in rete si deve necessariamente fare i conti con queste dinamiche.

In conclusione si può vivere di sola scrittura?

Ed ecco la domanda finale che tutti si pongono: si può sopravvivere con la scrittura? Ovviamente si e c’è chi lo fa un po’ in tutti i campi. In quello editoriale così come sul web. Oggi le prospettive in rete si sono leggermente aperte e consentono di avere qualche sbocco lavorativo in più.
Ovviamente, come dovrebbe essere ormai chiaro se si è arrivati fino a questo punto nella lettura, è indispensabile sintetizzare competenze tecniche di un certo tipo: non basta più il tradizionale punto di partenza “ho la fortuna di saper scrivere bene”. Serve qualcosa di più per mettere tale attitudine di partenza al servizio di quello che oggi è il web.

Pierfrancesco Palattella – Giornalista, Web Writer, Consulente Seo e Web Marketing, mi occupo anche di formazione in ambito aziendale ed accademico su tematiche relative a scrittura per il web e per i motori di ricerca.

Guest Post

Questo è un Guest Post. Per scrivere un articolo sul mio sito come questo vai su QUESTA pagina e segui le istruzioni.

Potrebbero interessarti anche...

Commenta l'articolo