Perché Joomla fa schifo

Ti avverto subito che in questo articolo sono un po’ polemico con Joomla, perche non riesco a farmelo piacere in nessun modo. Non devi essere per forza d’accordo con me, solo evitiamo insulti.

Aggiornamento del 2015

Ho scritto questo articolo 5 anni fa, nel DUEMILADIECI, e i CMS nel frattempo sono cambiati tantissimo, quindi le cose che ho scritto sono ben lontane dalla situazione attuale di Joomla.

Durante questi cinque anni, ho ricevuto diversi insulti e minacce per colpa di questo articolo, e molti dei commenti che sono inseriti non hanno alcun senso, scritti evidentemente da un bambino di 12 anni in preda a una crisi isterica. Mi hanno detto che se non mi piace Joomla non dovrei usarlo sul mio sito (mai usato su questo sito), commentatori hanno insultato altri commentatori pensando che fossi io (???), hanno minacciato di chiamare la guardia di finanza dato che avevo cancellato alcuni commenti pieni di insulti e basta, un commentatore ha scritto che guadagno milioni di euro parlando di masturbazione femminile (davvero, leggi i commenti).Quindi se vuoi scrivere anche tu un commento ridicolo e senza alcun senso vai pure, ricordati che probabilmente il tuo commento verrà cancellato e che ci metti più te a scriverlo che io a cancellarlo.

joomla_logo

Joomla è sicuramente uno dei più diffusi cms gratuiti al mondo, ma, almeno nella mia opinione, è anche uno dei peggiori tra quelli più conosciuti. Volendo stilare una serie di ragioni, eccone 6 tra le più importanti:

  • Il pannello di controllo: è la cosa più complicata che abbia mai visto. Davvero. A cosa servono tutte quelle cose? WordPress non ha insegnato nulla a quelli di Joomla.
  • Il sistema di templating: è inutilmente complicato, se non voglio usare uno di quelli che si trovano in giro devo perdere troppo tempo per impararmi a creare un template.
  • Gli url: Joomla esce con url tipo questo sito.com/component/option,com_jmarket/Itemid,49/controller,product-display/pid,25/task,show/  ed è modificabile solo installando ulteriore software (extension). Senza andare troppo lontano ricordiamo il solito WordPress in cui bastano pochi click per settare gli url a nostro piacimento.
  • Codice nei template: quando si crea un sito con Joomla non si ha mai il controllo totale del codice, infatti inserisce codice html che non è incluso nel vostro css o template, di solito tabelle con stili inline.
  • È un sistema standalone: come pure WordPress, che non gode di tutta la mia stima, Joomla è un sistema standalone, ovvero non ha integrato ne forum, ne ad esempio un wiki prodotto dalla stessa Joomla.
  • La grafica del pannello di controllo: usando il template standard il backend diventa molto simile al frontend, e questo non va bene, perché non c’è una chiara divisione tra i due.

Questi sono i motivi principali per cui io non uso Joomla, sono sicuro che con un po’ di tempo si riescono a superare tutti questi problemi, però perché dovrei perdere tempo ad impararmi un CMS quando ci sono molte soluzioni valide alternative più semplici da imparare?

La community

Spendo due parole a favore della community di Joomla. Infatti la community è il vero punto di forza di questo cms. Stiamo parlando di una delle comunità di utenti più attive nel mondo, una cosa non indifferente. Se nonostante tutto scegliete di usare Joomla come vostro cms, sappiate che per ogni problema esiste questa community, anche se, almeno quella italiana, non l’ho vista sempre ben disposta verso i nuovi utenti che pongono problemi comuni.

Le alternative a Joomla

Alternativamente a Joomla, parlando di un cms completo ma free abbiamo diverse possibilità:

  • WordPress: ormai WordPress è diventato il CMS più famoso ed utilizzato al mondo, ed è adatto alla stragrande maggioranza di siti in circolazione. Anche questo sito usa WordPress, e molti altri che ho sviluppato. Se ti va puoi leggere di altri articoli di WordPress su questo sito usando il tag WordPress.
  • Drupal: alcuni lo sconsigliano, non l’ho usato così a fondo da poterlo giudicare, comunque meglio di joomla.
  • Cms Made Simple: questo cms sta vedendo una rapida ascesa, in molti lo consigliano come alternativa a joomla o drupal.

Ho scritto un articolo intero dedicato a 10 alternative possibili a Joomla, merita una letta.

 

Tu che opinione hai di Joomla? Ti piace, non ti piace, lo hai usato? Fammi sapere nei commenti, basta che non insulti nessuno e siamo tutti felici 🙂

Marco

Marco è un blogger che scrive di Web Design, in particolare di User Experience e accessibilità, Graphic Design, tutorial e tutto quello che riguarda il mondo del web e della carta stampata.

Potrebbero interessarti anche...

58 Risposte

  1. Marco ha detto:

    A parte che definendo ” complicato” Joomla! hai svelato la tua identià di sviluppatore alle prime armi.
    Ovviamente esistono altri CMS a seconda delle esigenze: se devi fare unsito come il tuo è ovvio che Joomla! appaia incredibilmente complicato, ma prova a fare con wordpress un sistema di gestione online di un agenzia di viaggio.
    Ti assicuro che io l’ho fatto, anche con dreamveawer e con joomla ho impegato circa 1/30 del tempo.
    Ovvio che se mi dici che Joomla! fa schifo dal punto di vista della libertà ti posso dare ragione fino ad un certo punto, ma immagino che tu non sappia neanche cosa sia l’html php o sql e che quindi il CMS sia l’unica tua soluzione adottabile

  2. Marco ha detto:

    Difatti sono un falegname. Non un webdesigner. Devo dirlo al capo mio allora che ha assunto un falegname e non un webdesigner capace.

    Sai che c’è? Voglio lasciare il tuo commento senza modifica. D’altronde non ho scritto io il codice di questo sito e non l’ho adottato al cms.

    Inoltre sinceramente non vedo il problema ad usare sempre e comunque sistemi cms, semplificano la vita e di molto.

  3. AndreaC ha detto:

    Se vi stanno stretti i giocattoli provate modx cari colleghi

  4. Ho fatto un azienda grazie a joomla… secondo me, marco ha pienamente ragione…

  5. Gianca ha detto:

    1. Evidentemente non conosci Joomla! e Marco ha pienamente ragione
    2. Io non uso componenti aggiuntive per gli url
    3. Non ho mai avuto la necessitá di creare un template
    4.Ho costruito esattamente 174 siti con joomla e 8 in costruzione senza mai incappare in nessuna delle cose che hai scritto nell’articolo.
    5. Se ho centinaia di clienti soddisfatti dei loro siti presenti nelle prime pagine di Google un motivo ci sará!
    6. Studiare bene prima di scrivere un articolo, soprattutto perché la parola “schifo” offende il mio conto in banca!

  6. Marco ha detto:

    Io non ho fatto 174 siti, peró quelli che ho fatto li ho fatti bene.

  7. Lucaseil ha detto:

    La complessità di un sistema è soggettiva al livello di conoscenza che si ha del sistema stesso.

    E’ come dire che per te il cinese è semplice. Eppure in cina lo parlano bambini di 6 anni.

    Con WordPress non puoi raggiungere il livello di profondità di Joomla, come con Joomla è possibile imbattersi in limiti che con Drupal sono superati.

    Non esiste quindi bello o brutto, buono o schifoso. Bisogna conoscere le cose e sbatterci la testa per poi poter scegliere.

    Practice.

    • Omar Caccia ha detto:

      “Con WordPress non puoi raggiungere il livello di profondità di Joomla” – forse questo era vero nel 2011. Ora con WordPress fai tutto quello che fai con Joomla, ma lo fai meglio e più velocemente.

  8. Davide ha detto:

    Giancarlo… se la tua azienda si chiama “Super Design” e se davvero realizzi siti cms con joomla… allora sei solo un incopetente che fa pagare per delle realizzazioni che altro non sono che semplici configurazioni. Mha! e la professionalità dove stà? Voglio vedere se ad una banca presenti il sito fatto con joomla.. come minimo ti sputano in faccia e ti chiedono pure i danni! Intanto i siti che fai in joomla lo fai per dei clienti squattrinati che si accontentano del sitarello fatto per 4 soldi e per giunta ignoranti… purtroppo quelli come voi educano anzi mal-educano i clienti verso approcci tecnologici di comodo e non sempre efficienti e soprattutto sicuri che col tempo fanno solo danno all’azienda. Di quelle soluzioni non avrai mai il pieno controllo (come è bene che sia)… joomla come altri strumenti simili sono per i lamer dillettanti e non certo per professionisti… e se ti pagano pure per quello che fai (ma tanto loro poverini non lo sanno) li stai pure fregando… secondo me!!!

  9. Davide ha detto:

    AZZ… Giancarlo… e tu ti reputi un professionista? Hai i siti in hosting su ARUBA… (sai cosa vuol dire hosting vero?) e se mi dici che questo non vuol dire niente allora sei completamente fuori dal mondo del web (lato sviluppatori), e non sarò io a dirti il perchè… continua su aruba… che il business delle persone serie cresce eheheh! A proposito, anche sto sito è fatto con joompla mi sembra di capire… metto degli indirizzi mail e degli url fasulli e il sistema… (sistema si fa per dire) mi convalida e mi pubblica i commenti senza neppure un minimo di controllo… ECCO JOOMLA! BRAVIIIIII!

  10. Marco ha detto:

    Davide sei più pirlozzo degli altri commentatori.

    Per tre motivi:

    1 – In base a cosa dovrei scrivere un articolo contro joomla e poi usarlo nel mio stesso blog?

    2 – Non sai neanche riconoscere un cms, e si che ognuno ha le sue peculiarità. Io so distinguere un joomla da un wordpress da un drupal, ognuno ha le sue caratteristiche.

    3 – Non ti degni di rivelare la tua identità.

    Qui hai chiuso, bye bye.

  11. sempre io! ha detto:

    Continui a bannarmi? non ti conviene… sai cosa vuol dire G.d.F.??? Non farmi incazzare altrimenti intervengo… non sto scherzando!

  12. Vedo che vendi servizi? e la partita iva dove sta? lo sai che esiste una legge che ti impone di apporla sulla home page? articolo 2 del Dpr n. 404 del 5 ottobre 2001

  13. Davide ha detto:

    Ti invito caldamente a riattivare i post che mi hai cancellato. In quei post esprimo solo dei pareri delle opinioni e non uso toni o parole offensive!
    Hai cancellato delle opinioni senza motivo negando di fatto la libertà di espressione di un individuo. Riattiva i 2 post che è meglio! E lasciamo rispondere gli interpellati. Cos’è non ti piace il confronto?

  14. 10... 9 .... ha detto:

    Sto Aspettando

  15. Marco ha detto:

    In questo blog non esiste la democrazia, io sono il dittatore supremo, io comando qui, io decido.

    Se vuoi saperlo, io non vendo servizi,li fa la società per la quale lavoro.

    I tuoi commenti non sono affatto costruttivi, ecco perché li ho cancellati, questa non è una chat.

    E poi.. chiama pure chi ti pare, io l’ip tuo ce l’ho 🙂

  16. Davide ha detto:

    Ti informo che gli screenshot del botta e risposta, della liberta’ negata e specialmente
    quello del tuo commento dove dici che hai il mio IP senza avere i requisiti per farlo, e senza nemmeno che sia presente un avviso agli utenti che dopo un commento il relativo IP viene conservato (questa e’ una grave infrazione delle norme per la sicurezza dei dati sensibili) punibili con multe e arresti (con la privacy non si scherza), e sto valutando anche l’ipotesi di farti contattare da un mio legale!!!… in piu’ tutta la cache del tuo sito, sono sotto l’ attenzione della polizia postale. (E questo per aver fatto il dittatore negando agli utenti la possibilita’ di replicare, come democrazia vuole, e per aver conservato gli IP degli utenti a loro insaputa, figurati come gestisci i dati sensibili…) Continua cosi’, tu si che sei un professionista! Seeeeeeeeeeeee! In bocca al lupo!!!

  17. Marco ha detto:

    Ok stiamo tutti aspettando che mi arresti, finora non s’è ancora visto nessuno.

    PS: purtroppo però non si va in galera per la grammatica, sennò ti facevo contattare dai miei legali 😀

    PPS: hai sbagliato articolo, ti ho spostato in quello giusto.

  18. Roject ha detto:

    Joomla è il solito sistema come wordpress che si impalla dopo un tot di tempo dando grossi problemi, senza parlare dell’intera struttura
    fatta coi piedi soprattutto quella dei template e della JFactory, io lo eviterei, con i clienti che ho avuto per ora ho sempre usato core e strutture fatte da me e non ho mai avuto problemi, chi ha usato sempre e solo joomla e dice di essere un professionista è da prendere a calci nel culo.

  19. SergioM ha detto:

    Indipendentemente dal parere di ognuno sulla qualità o facilità di utilizzo di Joomla, non sono riuscito a trovare la costruttività in quest’articolo.

    I motivi sostanziali che “affondano” Joomla, andrebbero forse maggiormente approfonditi.

    La mia esperienza, principalmente fondata sull’utilizzo di WordPress (W) e Joomla(J):
    – ho trovato WordPress rispetto a J. più adatto per la stesura di Blog, più immediata e semplice la creazione e gestione di articoli, anche se J risulta essere più adatto quando si necessita di un sito più complesso di un blog
    – ho trovato piuttosto complessa la creazione di un template W. rispetto a J., codice html e php risultano mischiati a differenza di J che separa per bene codice php da html, mantenendo uno standard più ordinato
    – la gestione degli URL mi è sempre sembrata intuitiva in J, es.: appena sotto il titolo di ogni voce di menù o articolo c’è la posibilità di specificare il nome SEF (purché la gestione degli url SEF sia attiva nella conf. generale e gestita dal webserver)
    – per ciò che concerne i componenti integrati, preferisco un ambiente neutro, non appesantito da componenti che potrei non utilizzare e aggiungerli io successivamente
    – l’ultima segnalazione relativa al CP non l’ho afferrata

  20. Tony Morra ha detto:

    Sinceramente non ho capito lo scopo di questa pagina. Vuoi solo dire che non riesci a comprendere il cms e ci può stare, ma chi ti costringe ad usarlo?
    In verità in cosa può riuscire uno che scrive “perdere tempo a impararmi a creare un template”?
    L’Italia agli italiani!

  21. Wordpress ha detto:

    Solo per puntulizzare, WordPress è nato dopo

    Ciaoooo

  22. Luca ha detto:

    Dire che Joomla fa schifo vuol dire non aver capito una mazza di web 2.0

    Se sei un falegname lascia i giocattoli complicati a chi li sa usare

  23. Marco ha detto:

    E chi non si firma allora che cosa è? Un vigliacco. Come te, caro Luca, e come altri commentatori prima di te. Vigliacchi senza le palle, namama@hotmail.com, questa è l’email con cui ti firmi.

    Vigliacco.

  24. Denise ha detto:

    Joomla difficile? Allora Drupal che è? JoOmla Rules!

  25. Benny ha detto:

    Non sono un professionista, ma un semplice dilettante del web. Non ci guadagno ma mi ci diverto solamente nel realizzare siti web e ne ho fatto alcuni, ad amici e parenti, perfettamente ottimizzati e di notevole successo. Avevo provato vari cms in precedenza e solo Joomla mi ha assicurato i risultati che desideravo. E più lo conosco, più li miglioro questi risultati. Oltretutto il forum è una preziosissima fonte di informazioni, anche senza dover chiedere, perchè qualcuno l’ha fatto prima di me ed è sufficiente cercare. Con le ultime versioni è ancora migliorato e credo che l’approccio sia possibile anche a chi è alle prime armi.
    Ho motivo di ritenere che l’astio del nostro amico sia determinato dal fatto di non aver potuto superare una difficoltà nella quale sarà incappato. Ho visto tanta gente entrare nel forum (dove l’aiuto è gratis) e pretendere da altri l’immediata soluzione dei loro problemi, e per questo, solo per questo, mandati a quel paese 😉 Da qui l’astio…

  26. Marcos ha detto:

    joomla fa cagare! perché non volete ammetterlo?? 😀

    ho cominciato casualmente con joomla, ormai lo uso da anni ma solo perché costretto a farlo visto che non ho il tempo materiale per smanettare su altri cms…devo dire che ormai lo conosco a memoria e non ho nessun tipo di difficoltà, ma non per questo lo elogio o faccio finta di non vederne i difetti!

    per non parlare del forum…un paio di elementucci in età avanzata (forse un po’ grandicelli per cazzeggiare sui forum) sono molto maleducati, io non ho mai chiesto nulla ma vedo come trattano i dilettanti! si vede che sono traditi dalle mogli e sfogano le loro frustrazioni da segaioli 50enni su vittime con la sola colpa di non conoscere il “grande” joomla!

  27. Anonimo ha detto:

    Ho creato un template per joomla con bootstrap. Bellissimo. Poi piano piano andando avanti ho scoperto che joomla è completamente estendibile . Sotto c’è tutta un architettura che permette di staccarsi da joomla e progettare un po quello che si vuole. Dopo la 1.6 mette a disposizione le librerie joomla platform ,per progettare completamente da zero anche delle web application , oppure partire da li per riscrivere altro. E’ ottimo …no?

  28. Paolo ha detto:

    Quante fesserie in questo articolo…. inutilmente complicato un piffero, le vostre teste semmai lo sono. Con Joomla si può fare letteralmente tutto.

  29. Fabio ha detto:

    Ma che dici …, se scrivi certe cose e perché non conosci affatto Joomla:

    1) gli urli a differenza di WP possono essere gestiti e riscritti in automatico, semplicemente, senza istallare nessuna estensione, basta settarli come ci piace dal pannello si controllo, e chi usa Joomla lo sa bene.
    2)Il front End e il Back End non hanno lo stesso template ne grafica, da sempre, ed è impossibile confonderli, tanto meno non serve saper costruire un template per cambiarlo… ecc
    3) la complicazione di Joomla sta nel vedere le icone del pannello di controllo, se questo è complicato per te … ??
    IO ti consiglio vivamente di studiarti Joomla e approfondirlo prima di scrivere certe cose, un po di PHP, MySql e Html non guastano … poi rimarrai affascinato da quante potenzialità la community ha introdotto in Joomla. Saluti Fabio

  30. Ignorante!
    Possibile che chiunque abbia almeno un dito fra le due mani si senta autorizzato a scrive qualsiasi cosa senza neppur fatto una serie di ricerche. Noi programmatori siamo schiacciati dagli incompetenti. Joomla, fin dalla sua nascita come gruppo alternativo a Mambo, è sempre stato il miglior CMS di sempre. Punto e basta. Informatevi, studiate (tanto studio di codice), provate, testate e questo prodotto potrebbe anche farvi diventare grandi. Ma se non avete voglia di farlo, e ci sta, non prendetevela con Joomla. I limiti sono vostri non del sistema.

  31. Fabrizio ha detto:

    Esistono CMS per ogni singola esigenza ed io ne ho usati diversi e per moltissimi clienti: Joomla, WordPress, Typo3, Contao, GetSimple e per tutti ho dovuto inventare modifiche o estensioni varie. Ognuno di loro ha i suoi vantaggi e svantaggi. Ma dire che Joomla fa schifo mi pare un pò azzardato. Basta chiederlo ai clienti che devono poi usarlo giornalmente… non ai webmaster. Da webmaster di decennale esperienza trovo che realizzare Template per Joomla sia non solo facilissmo, ma anche molto gratificante. Un pò meno farne per WP e gli altri.
    Grazie, a presto

  32. Fabio ha detto:

    Personalmente ho trovato l’articolo fazioso e con una buona dosa di saccenza e superficialità. Ma perchè criticare sempre ciò che non si capisce? bho…

  33. andrea ha detto:

    st’articolo fa schifo, non joomla!

  34. send ha detto:

    jomla fa cagare!

  35. Gigio il pastiggio ha detto:

    I cms fanno schifo! Hanno ampliato la possibilità a tutti di scrivere boiate ed aprire blog su blog senza conoscere un h di programmazione e prendendo milioni di euro per dire due cazzate su come la masturbazione femminile sia veramente esuberante sopra ogni cosa! LO SAPETE CHE C’E’? ME NE VADO A VIVERE IN UNA GROTTA ! ADDIO firmato – orso yoghi –

  36. maryanocampa ha detto:

    Marco, vorrei darti la mia opinione in merito a questo articolo. Non sono un incendiario, e raramente rispondo ai post. Spero tu capisca il mio punto di vista.

    Alcuni (quasi tutti) i punti che hai elencato a sfavore di joomla! in realtà in molti casi diventano punti di forza in alcuni ambiti.
    Ti faccio un esempio:

    Il pannello di controllo: In determinati casi “tutte quelle cose” non sono così inutili. Riesco ad avere un certo controllo su molti degli aspetti di un sitoweb grazie alle svariate opzioni che mi offre joomla.

    Il sistema di templating: Io trovo molto più complicato imparare a fare un tema per wordpress. In joomla il pattern utilizzavo (MVC) è notevolmente più facile e semplice del pattern di wordpress. Purtroppo questo ha dei lati vantaggiosi (usando del php, html e css crei degli ottimi template, magari basati su bootstrap, piuttosto che su foundation o altro), ma ha anche dei lati negativi.

    Gli url: Su questo punto hai sostanzialmente ragione, a parte che non è necessario installare estensioni di terze parti. Ma le estensioni che usi devono avere un buon route.php. E’ uno degli svantaggi, effettivamente, che in alcuni casi diventa vantaggioso per chi usa joomla come partenza per delle piattaforme web.

    Codice nei template: Vero, ogni componente ha bisogno di esser sempre controllato. Ma conoscendo un pò di php, la realizzazione e la modifica di viste è molto semplice, veloce e soprattutto: personalizzata. Io ho il controllo di come ogni vista deve essere visualizzata. Se a me non piace come vengono visualizzati i post del blog, posso ricostruirmi tutto lo schema (se ci pensi, proprio per un webdesigner, questo dovrebbe essere oro. Ti dà la possibilità di impostare gli elementi esattamente come progettato… ovviamente richiede del tempo e richiede la figura di uno sviluppatore)

    È un sistema standalone: E’ uno svantaggio? In un sito semplice non c’è bisogno del forum (decine di tabelle, centinaia di file) che non verrebbero utilizzate.

    La grafica del pannello di controllo: Non so a quale versione ti riferivi nel 2010. Io ci lavoro da parecchi anni, e non ho mai riscontrato questo problema.

    In sostanza (e spero che siano ormai superflue queste righe) non esiste un cms migliore degli altri. Io, da sviluppatore, amo Joomla!. Ma proprio mentre ti scrivo, sto lavorando su di un sito fatto in wordpress. Sto bestemmiando per aggiungere delle righe di codice personalizzato, e se volessi creare un plugin entrerei in una giungla. Ma in compenso, il tempo che sto perdendo ora per integrare queste cose, l’ho recuperato dal resto (impostazione del template, velocità di settaggio in talune cose).

    Tutto dipende dalla destinazione d’uso. Non ti nascondo che per delle piattaforme ho anche utilizzato un framework php senza alcun cms.
    Ho dibattuto a lungo con altri sviluppatori… non esiste il migliore in assoluto. Esiste il migliore in ogni singolo caso.
    E se vuoi un ultimo consiglio, cerca di imparare ad usare bene tutti i più diffusi CMS. Io ODIAVO wordpress fino a qualche annetto fà. Un collega mi “obbligò” ad utilizzarlo. Da allora ho lavorato anche con wordpress (e in molti casi con più piacere rispetto a Joomla!). Ma ho lavorato anche su prestashop, su magento, su opencart. Ognuno eccezionale per diversi scopi 😀

    Per quanto riguarda i commenti poco costruttivi, purtroppo, non puoi farci nulla… gli esaltati e i maniaci esistono ovunque (specie dove possono nascondersi).
    In bocca al lupo per il tuo lavoro 😉

    Mariano Campanella

    • Marco ha detto:

      Innanzitutto Mariano, grazie del commento. Dico sul serio, è facile perdere la testa e i commenti sopra il tuo ne sono la dimostrazione lampante.

      L’articolo è vecchietto, e come ho scritto nella correzione dell’articolo molte delle cose che ho scritto non sono sicuramente più valide.

      Ti volevo rispondere solo su un punto, e cioè il sistema standalone: hai mai provato ExpressionEngine? Per moltissime cose lo trovo 100 volte migliore di tutti i vari Joomla, WordPress, Drupal, ecc.. Certo, non è propriamente economico (anche se la versione core è gratuita), ma per quello che mi riguarda ha tutti i vantaggi di un framework semplice da usare (tipo smarty) e in più è un sistema che può essere espanso con dei moduli che ne estendono le funzionalità. Non dei plugin, non è facile da spiegare, ma sono proprio delle componenti aggiuntive che sono realizzate dallo stesso team che ha realizzato il cms, con cui espandere il progetto di volta in volta in modi sempre diversi. Ti serve un e-commerce? Fatto, installi il modulo e ce l’hai. Ti serve il forum? Idem.

      Per molti progetti preferisco una cosa del genere, perché come hai detto tu, creare plugin per WP è un incubo se non sei uno sviluppatore (ma questo vale per qualsiasi cms), e con EE invece non ho di questi problemi.

      Grazie ancora per il tuo commento,
      spero bazzicherai ancora per il mio blog 😀
      M.

      • maryanocampa ha detto:

        L’ho cercato… e ho scoperto che è della ellislab: i creatori del framework CodeIgniter <- il framework php che uso più frequentemente. Lo proverò 😉
        grazie per la segnalazione 🙂

  37. Luca ha detto:

    Confermo, fa schifo e impazzire per i 1.000 problemi che da..

  38. Marco Renda ha detto:

    Ciao Marco.
    Scusa il disturbo, ma volevo chiederti un consiglio, sono un grafico e per diletto ho deciso di creare un mio sito con i lavori realizzati e leggendo le varie recensioni tra cui anche la tua ho capito che tra joomla e wordpress e meglio orientarsi sul secondo .ma essendo la prima volta che realizza un sito volevo qualche consiglio,
    Il primo, sai dove posso trovare una guida per principianti sull’utilizzo di wordpress?
    Secondo, Sapresti anche indicarmi una buona guida per la realizzazione di un sito con un’unica pagina con effetto parallasse?
    Ti ringrazio e ti auguro una buona giornata
    Marco,

    • Marco ha detto:

      Guida per principianti di WordPress ne troverai a milioni ovunque, mentre per l’effetto parallasse cerca su internet temi bootstrap.

      Scusa per la risposta rapida ma sono dall’ipad a lavoro 😛

  39. Gino ha detto:

    Sì Marco O., tu hai perfettamente e completamente ragione,
    stavo cercando anch’io di utilizzare in modo intelligente joomla e cercando di usare la logica, ma di logica non se ne vede
    tanto che ad un certo punto mi sono chiesto : ma chi ha progettato questa schifezza ?
    senza’altro un Linuxiano, per forza, perchè quando sei dentro al pannello di controllo di Joomla sei di fronte alla più totale confusione,
    tanti settaggi , tanti campi , ma alla fine non c’è una logica chiara che faccia capire che cosa si setti per ciascuna cosa,
    è troppo vago e fatto proprio da gente illogica, appunto i linuxiani, gente testarda come muli, che pensano di aver ragione solo perchè sono
    capaci loro di far le cose, e gli altri allora non sono capaci…
    peccato che manca solo una cosa in tutto quello che fanno i linuxiani : la logica, una logica semplice e intuitiva, che funzioni,
    Joomla è la dimostrazione di come la sola programmazione e la sola logica dei programmatori è un buco senza fine nell’intelligenza umana,
    un buco nell’acqua che non porta a niente e solo al nervosismo.. e quello che hai detto che ti hanno fatto nè è la dimostrazione,
    perchè se fosse un software intelligente non saremmo qui a parlarne, sarebbe già tutto a posto,
    un software intelligente , forse fin troppo easy è artisteer, che aiuta nella strutturazione dei template e nella sua creazione,
    ma joomla proprio , non serve a niente,
    un po’ come quelli che dicono che linux è bello, è un gran sistema operativo..
    come no .. ceeeerto..
    dopo anni da sistemista io e i miei collegi siamo arrivati alla stessa conclusione : linux fa schifo , come tutti i software che da esso partono,
    proprio perchè sono pensati con la stessa mentalità :
    una mentalità illogica..

    • gio ha detto:

      il pannello di controllo di joomla è illogico? forse se quando sei dentro ti trovi nella più totale confusione dovresti prima incominciare a studiare le basi di joomla prima di giudicare.

  40. Dave ha detto:

    Non potete pretendere la qualità nel codice prodotto…i cms servono a fare lavori “accettabili” in tempi ridotti.

  41. Albert ha detto:

    Prima di usare Joomla ho provato wordpress, francamente, per fare le stesse cose dovevo lavorare tre volte tanto.
    Ad ogni buon conto ci sono persone che amano la pasta corta e altre la pasta lunga… è solo un problema di buona educazione.
    A me wordpress non piace per svariati motivi ma non mi sognerei mai di dire che ‘Fa schifo’ e questo per la stessa ragione per cui tu invece usi quell’espressione: una ragione di educazione!
    Est modus in rebus!!!

  42. Marco Francaviglia ha detto:

    Ciao.

    Premetto che io sono uno sviluppatore web PHP, e conosco molto bene PHP, HTML, CSS e jQuery, e me la cavo molto bene anche con SQL; lavoro con framework come CakePHP e Laravel sviluppando applicazioni personalizzate da zero. Ho sviluppato anche plugin su WordPress in passato, e recentemente ho utilizzato Opencart sia come utente amministrativo, sia modificandone il codice. Oltre al fatto che sono in grado di gestire sia un piccolo server web, e di impostare un basico server DNS per una intranet locale. Quindi, non sono proprio l’ultimo degli ultimi.

    Premetto che non sopporto i CMS di base, che secondo me sono soluzioni valide solo per cose standard e, soprattutto, quando il cliente vuole pagare poco (concordo quindi con Dave), e mi sorprendo come ancora ci siano agenzie che pretendono di fare lavori da 20.000€ tramite l’uso di CMS.

    Fatte queste premesse, devo dire che concordo pienamente con l’articolo. Mi sono imbattuto in Joomla 2.5, e spero di non doverlo più fare. Ha un’astrusità fuori dal comune, un’interfaccia veramente poco intuitiva, per non parlare poi del codice e del caricamento dei moduli! Sono andato a dare uno sguardo al codice ed è un macello.

    Bocciato pienamente.

  43. Nicola ha detto:

    Uso Joomla da ormai 7 anni per il mio sito, e me ne pento ogni giorno di più. Pur conoscendo il codice, devo ammettere che Joomla è un generatore di problemi. L’interfaccia è sempre più caotica, ogni aggiornamento determina dei nuovi bug e non esiste un editor decente da poter usare. Penso che passerò presto ad un altro CMS.

    • ShadyG ha detto:

      ….perché hai aspettato così tanto tempo per deciderti a cambiare CMS? Io l’ho usato un mese per lavori scolastici e già non lo posso più vedere (CMS di *er*a consigliato da un prof di *er*a)

  44. carlo ha detto:

    uso joomla da quasi 10 anni, mi creo i moduli, e gestisco in piena autonomia le mie applicazioni software. WordPress lo trovo inutilizzabile per la customizzazione.

  45. Matrix ha detto:

    Il problema è questo:

    Cosa ci devi fare con un sito? e con le applicazioni ivi contenute?

    Questo è il problema centrale che spiega la difformità dei giudizi.

    Se devi farci un sito personale, si può dire che questi sistemi vadano più che bene (anzi sono persino troppo complicati per quella esigenza… se devi girare nel cortile… non ti serve una maserati… ), ma se devi usarlo per lavoro, allora è un altro discorso.

    Sono troppo instabili e non danno nessuna garanzia di non lasciarti nelle peste da un momento all’altro.. richiedendoti un tempo di studio e di ricerca di pareri nel mare magnum delle opinioni, nel tentativo di risolvere problematiche che non ci dovrebbero proprio essere.

    Il tempo è denaro e la salute psicofisica del referente, non è meno importante.

    Dopo avere studiato tantissimo per imparare come sfruttare un minimo il potenziale presente (cosa che nelle strutture moderne cloud è inesistente, in un paio di ore sei pronto a costruire applicazioni di una meraviglia indescrivibile, spostando elementi visuali da una comoda e moderna interfaccia), si presentano i problemi più strani, che perloppiù non sei in grado di intercettare dal momento che non si presentano neanche sempre o con cognizione di causa.

    Estenderei la casistica da frustrazione sopra descritta a buona parte del panorama open source, dove l’utilizzo del trittico linux, php, mysql regna ancora sovrano, trascinandosi dietro rogne grosse come una casa sotto molteplici punti di vista (senz’altro un mondo destinato a sparire in tempi rapidi in quanto decisamente sorpassato) e l’annosa questione di chi sia responsabile dei malfunzionamenti e del provvedere all’assistenza (la presunta grande comunità autogestita, sinceramente, non vale sicuramente un obbligo contrattuale di rispondere delle problematiche insorte).

    Ecco il punto… secondo me… dove non ci si capisce…

    Certamente che chi non ci deve lavorare e, tutto sommato, mettere la faccia, certe opinioni sembreranno immotivate e gratuite lamentele… essendo che il suo sito personale gli pare funzioni benissimo, e nessuno lo chiama inferocito per lamentarsi di non poter compliare una banale form pubblica (con il sistema che gli restutisce continuamente una pagina bianca con “invalid token” in bella posta) o cose del genere.

    Allora… bisogna essere negativi? nel proprio giudizio?

    Senz’altro no, dato ch l’intera struttura è gratis ed è, per piccoli progetti, assolutamente oltre la portata di quanto si “meriterebbe” di ottenere la maggior parte della gente (che prioritariamente apre blog e siti internet come funghi e, solo in seconda istanza, valuta se effettivamente abbia qualche contenuto concreto e interessante da dire al mondo intero).

    Probabilmente si poteva fare meglio, il discorso però è forse complesso e non è troppo corretto eccedere nelle critiche o dilungarsi in sproloqui senza conoscere a fondo le problematiche, sicuramente il tempo e il fiorire di concorrenze e alternative sarà foriero di miglioramenti inaspettati.

    Tuttavia, per chi cerca certi standard di efficienza, stabilità e velocità nella costruzione di applicazioni e ha un minimo di budget a disposizione (e non parliamo certo di milioni di dollari), mi pare ben difficile consigliare di non guardarsi neanche attorno.

  46. Omar Caccia ha detto:

    Sviluppo siti web da più di 10 anni. Ho usato Joomla, WordPress, Prestashop, Magento, Drupal, Typo3. Ho una particolare predilezione per fare siti web in HTML 5 puro, usando un framework responsive “CSS only” che ho cercato e modificato per le mie esigenze. Che dire di Joomla… inutilmente complicato. Ormai con WordPress fai tutto quello che fai con Joomla, ma lo fai meglio e più velocemente.

  47. carlo ha detto:

    Vi racconto la mia esperienza: uso sia Joomla che Wp, i miei siti sono degli applicativi cloud, quindi utilizzo la parte del CMS solo per login e menu. Tra le 2 piattaforme con Joomla ho molto più controllo e padronanza. Entrambi i CMS sono “complicati” nella customizzazione grafica. Sarebbe bello trovare un CMS che consenta una facile gestione dei template e contemporaneamente una libera gestione di codice php customizzabile.

  48. crazysnipermauro ha detto:

    dipende sempre dai punti di vista ….. io sviluppo siti web da 20 anni , uso parecchi pacchetti come magento , wordpress e joomla . ma devo dire che joomla resta cmq il più semplice da usare e anche molto più intuitivo . ho riscontrato invece parecchi problemi con wordpress al contrario di quanto si dica non è affatto molto intuitivo come joomla . ( con joomla posso avere un anteprima della posizione dei moduli ecc.ecc. e con due righe di codice posso implementare altre funzioni a mio piacimento )

  1. 7 aprile 2015

    […] mi segui già da diversi anni, sai che non mi piace particolarmente Joomla, per tutti i motivi che indico in quest’articolo. Allora ho pensato di compilare una lista con 10 CMS alternativi (conosciuti e meno conosciuti) che […]

Commenta l'articolo