Disegnare con wireframe

Dopo il mio prcedente articolo sui wireframes[[Progettare un sito con wireframes]], torno a parlare di questo argomento trattando un tema ad esso collegato.

Spesso, quando si crea un wireframe per la prima volta ci si chiede se tale wireframes deve essere accurato o meno. La risposta è dipende. Dipende se il wireframes è per un cliente o meno, dipende se il cliente capisce cosa sia un wireframe (c’è questo rischio), dipende se il wireframe è per un progetto personale (e allora farlo accurato non è necessario in quanto siamo clienti di noi stessi).

Come primo passo per disegnare un wireframe è prepararsi una bozza su carta. Disegnare un wifreframe può essere molto difficile se non si ha una chiara concezione di ciò che si vuole fare, di come si vogliono disporre gli elementi. Per questo serve una bozza su carta, è più facile ed immadiato modificare e cancellare la dispozione degli elementi.

Dopo una bozza su carta, possiamo passare al wireframe. Questa è la procedura che normalmente uso con i clienti

Per il wireframe, preparo una bozza a colori, che poi desaturo. Questo perchè , togliendo poi i colori, i grigi vengono ognuno diverso, e i vari elementi si possono distinguere in modo preciso. Come già detto, la bozza per i clienti sono accurate di quello che sarà poi il design finale previsto. Farlo in modo dettagliato porta via più tempo, però permette al cliente di rendersi conto del design. Se io faccio vedere ad un cliente un disegno con dei blocchi, tutti grigi, difficilmente capirà e magari firmerà qualsiasi preventivo.

In definitiva, è una scelta, c’è chi lo fa dettagliato e chi meno, non c’è una metologia esatta, ed ognuno deve fare come si trova meglio.

]]>

Marco

Marco è un blogger che scrive di Web Design, in particolare di User Experience e accessibilità, Graphic Design, tutorial e tutto quello che riguarda il mondo del web e della carta stampata.

Commenta l'articolo